Biblioteca Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche
Sanità Pubblica Veterinaria: Numero 116, Ottobre 2019 [http://www.spvet.it/] ISSN 1592-1581
Documento reperibile all'indirizzo: http://spvet.it/indice-spv.html#edi116

torna alla copertina della rivista
torna all'indice generale di SPV



Poster e giornali murali reattivi ai device elettronici, per l'editoria scientifica
Posters and wall journals reactive to electronic devices, for scientific publishing

[Ver. 1.0]

Raoul Ciappelloni(1), Luca Avellini(2), Maria Luisa Marenzoni(2), Francesca Serenelli(3)


(1) Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche "Togo Rosati"
(2) Dipartimento di Medicina Veterinaria. Università degli Studi di Perugia
(3) Centro di Servizi Bibliotecari. Università degli Studi di Perugia



Abstract. This editorial is dedicated to the smart versions of the wall newspaper and posters, as particular devices that can now immediately connect the reader to an informational cloud. Wall newspaper and Posters represent a standard editorial product actually useful for disseminating information to a high number of users in a passive way. Wall prints, thanks to the spread of personal information technology based on devices such as: smartphones, tablets, palmtop computers, can now receive particular inserts that add interactivity to the publication. QRCode, NFC microchip, augmented reality trigger, placed on printed surface, can allow the reader to have immediate access to: documents, datasets, images, multimedia files, as well as to Network services (microblogging and social network) for a feedback with the authors of the work. Furthermore, a "smart" wall publication, due to its particular location, typically outside, in passageways or meeting areas, can easily reach a large number of readers. The interesting part of these wall publications does not lie in the inserts itself, but in the hypertextual remediation they allow. This implies the adoption of complex management strategies that make the "expanded contents" of the poster, suitable for users standing in a particular reading context. Hybrid prints can thus manage appropriate access to qualified scientific documentation (continuously updated), using simple inexpensive electronic devices in the reader's hands. Finally, a smart journal located in appropriate places represents an "advertising" object capable of presenting the communicative value of an institution for its users. Be it a Library or a university campus.

Riassunto. Questo editoriale è dedicato alle versioni smart dei Giornali murali e Poster, strumenti ora in grado di collegare immediatamente il lettore ad un cloud informativo. Giornali Murali e Poster rappresentano un prodotto editoriale standard utile per diffondere informazioni verso un alto numero di utenti in modo passivo. Le stampe murali, grazie all'informatica di fascia personal basata su device mobili quali: smartphone, tablet, computer palmtop, possono ora accogliere inserti che aggiungono interattività alla pubblicazione. QRCode, microchip NFC, trigger per augmented reality, posti sulla superficie a stampa possono consentire al lettore di avere immediato accesso a documenti, dataset, immagini, file multimediali, come pure a servizi di Rete (microblogging ed applicazioni social) utilizzabili per un feedback con gli autori dell'opera. Inoltre una pubblicazione murale "smart", per la sua particolare dislocazione, tipicamente all'esterno, in luoghi di passaggio o di incontro, può facilmente raggiungere un elevato numero di lettori. La parte interessante di queste pubblicazioni murali non risiede negli inserti, ma nella rimediazione ipertestuale che essi consentono. Ciò implica l'adozione di complesse strategie gestionali che rendano i contenuti ampliati del poster, adatti alla fruizione da parte di utenti che si trovano in un particolare contesto di lettura. Le stampe ibride possono cos' gestire un appropriato accesso alla documentazione scientifica qualificata (in continuo aggiornamento), tramite semplici dispositivi in possesso del lettore. Uno smart journal, dislocato in luoghi opportuni, rappresenta infine un oggetto "pubblicitario" in grado di presentare il valore comunicativo di una Istituzione per i suoi utenti, sia essa una Biblioteca o una Sede universitaria.



Introduzione
I poster rappresentano uno prodotto editoriale "storico", ben conosciuto e codificato, utile per diffondere informazioni verso un alto numero di utenti in modo passivo. I Poster scientifici, posizionati in particolari ambienti dedicati all'interazione fra studiosi, consentono grazie al ricercatore che staziona a suo fianco e "lo anima", di comunicare dati e notizie in modo accessibile, qualificato ed a basso costo.
L'avvento dell'informatica di fascia "personal" basata su device mobili (smartphone, tablet, computer palmtop), ha aggiunto altra interattività, elevandole queste pubblicazioni a hub di Rete grazie all'impiego di App di vario genere.
Inserti grafici ed elettronici posizionati sulla superficie a stampa ed eventualmente nella cornice del supporto, possono consentire ad un lettore di avere immediato accesso a documenti, dataset, immagini, file multimediali come pure a servizi di Rete (microblogging ed applicazioni social) utilizzabili anche per un immediato feedback con gli autori dell'opera.
In relazione a queste nuove possibilità comunicative, la Biblioteca dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche, ha promosso varie iniziative sui giornali murali e poster interattivi sin dal 2012 (e-Journal SPVet.it, n.74 / 2012).

Sono state organizzate sessioni di "Lettura" in biblioteca, per richiamare l'attenzione sull'utilità di questi strumenti per la comunicazione scientifica soprattutto per lettori che si trovano a "cavallo" fra i due media, analogico e digitale.
Una pubblicazione murale "smart", per la sua particolare dislocazione, tipicamente all'esterno, in luoghi di passaggio o di incontro, può facilmente raggiungere un elevato numero di lettori dando vita a una specie di una street literature (Amner, 2003, Ciappelloni, 2012).

Lettura in biblioteca su Smart poster e augmented reality in ambito biomedico del 27 Maggio 2015
Figura 1. Lettura in biblioteca su "Smart poster e augmented reality in ambito biomedico", effettuata nel Maggio del 2015
presso la biblioteca dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Perugia. L'evento era propedeutico per l'evento
"E-Journal Open Scripta: un corso sulla scrittura scientifica nel settore biomedico"

Figure 1. Reading in the library on "Smart poster and augmented reality in the biomedical field", carried out in May 2015
at the library of the Zooprofilattico Sperimentale Institute of Perugia (Italy). The meeting was preparatory for the course
"E-Journal Open Scripta: scientific writing in the biomedical sector"


Nel Novembre del 2016, su questo specifico argomento è stata avviata una collaborazione Fra la Biblioteca dell'Ente Zooprofilattico, il Centro di Servizi Bibliotecari e il Centro Linguistico di Ateneo dell'Università degli Studi di Perugia con l'Ospedale Veterinario Universitario Didattico - OVUD Collaborazione OVUD/UNIPG - Sanità Pubblica Veterinaria (2016).
L'obiettivo è stato di creare una micro-editoria murale, capace di mediare l'interazione fra diversi utenti: Studenti, Docenti, Operatori sanitari, al fine di soddisfare bisogni informativi personali e professionali.

Struttura di uno smart Poster - Journal
Uno Smart Poster è semplicemente una ordinaria superficie a stampa, posizionata come manifesto murale, che oltre a testo, immagini e link accorciati. contiene inserti responsivi a device elettronici. Tipicamente si tratta di QRCode, microchip NFC, triggers per Applicazioni di Realtà Aumentata. Come pubblicazione può pertanto essere fruita, non solo per le informazioni testuali o per i richiami citati, ma anche per contenuti ad esso collegati via link e residenti nella Rete.
Evidentemente la parte interessante delle pubblicazioni murali "smart", non risiede in questi inserti, ma nella rimediazione ipertestuale che essi consentono.
Si tratta di una caratteristica distintiva, che collega il testo a stampa a risorse informative tipiche di una specifica comunità o ambito disciplinare e comporta un lavoro di selezione dei contenuti, organizzazione ipertestuale, implementazione di software.
La documentazione richiamabile, non la presenza di alcuni QRCode, rappresenta la caratteristica distintiva di queste pubblicazioni

Ciò implica l'adozione di strategie gestionali che rendano tali contenuti, adatti alla fruizione da parte di utenti che si trovano in un particolare contesto di lettura: in piedi, con uno smartphone in mano, alle prese con un testo che debbono decifrare velocemente. In fondo non siamo distanti dall'ordinario contesto dei poster scientifici standard in cui, come evidenziato dal lavoro di Colleen Flaherty (2019), anche in questo contesto è sempre inappropriato organizzare un poster pieno di testo, che richiede attenzione e una lettura, protratta nel tempo.


Smart poster, rimediato con risorse e contenuti residenti nella Rete
Figura 2. Struttura di uno smart poster, rimediato con risorse e contenuti residenti nella Rete.
Il poster si configura come punto di accesso per diverse risorse coordinate e fruibili nel contesto di lettura

Figure 2. Framework of a smart poster, expanded (remediation) with resources and content residing on the Web.
The poster is structured as an access point for different coordinated resources that can be used in the reading context


Le varie parti di una comunicazione opportunamente organizzate in testi brevi, quasi abstract dei contenuti originali, tramite tecnologie mature e disponibili, grazie allo smart poster, possono generare un ulteriore flusso di dati, proiettando il lettore in un contesto ampliato che concettualmente parte dagli ordinari ipertesti fino ad arrivare all'Internet of Things.
Le stampe ibride possono così consentire un immediato accesso a documentazione scientifica qualificate (in continuo aggiornamento), tramite dispositivi in possesso del lettore.
Ciò rende la stampa murale "aggregatrice di risorse", rappresentando un punto di contatto fra ricercatori, Giornalisti, Bibliotecari e Utenti appartenenti a diverse aree disciplinari. Non dimentichiamo infine che uno smart journal, dislocato in luoghi opportuni, rappresenta un oggetto "pubblicitario" in grado di evidenziare quello che nel marketing si definisce "patrimonio di marca" (brand equity). Viene in questo modo presentato il valore simbolico di una istituzione per i suoi utenti, sia essa una Biblioteca o una Sede universitaria.

POSTER AUMENTATO - Augmented Scientific Poster - Raoul Ciappelloni  (2014 - 2015). Layers dei contenuti in funzione della distanza di interazione e fruizione
Figura 3. Smart Poster. Layers dei contenuti disponibili in funzione della distanza di interazione.
Accesso visuale diretto o con l'uso di smartphone o altri device mobili.

Figure 3. Smart Poster. Content layers available depending on the interaction distance.
Direct visual access or with the use of smartphones or other mobile devices
by Raoul Ciappelloni (2014 - 2015)


Smart poster, smart journal ed augmented reality per l'informazione scientifica in ambito biomedico e zootecnico (Perugia 27 Maggio 2015)
Figura 4. Il funzionamento dello smart poster: Seminario - Smart poster, smart journal ed augmented reality
per l'informazione scientifica in ambito biomedico e zootecnico. Perugia Biblioteca Istituto
Zooprofilattico Sperimentale 27 Maggio 2015).

Figure 4. Smart poster in action: Seminar on Smart poster, smart journal and augmented reality
for scientific information in the biomedical and zootechnical field. Zooprophylactic Experimental
Institute Library, May 27th 2015, Perugia (Italy).



Documentazione formativa
Le attività previste nell'ambito del progetto sulle Smart Publication, offrono anche l'opportunità di applicare queste nuove metodologie per la comunicazione scientifica in ambito didattico. Per questo Ŕ stata avviata una micro-sperimentazione formativa per studenti del Dipartimento di Medicina Veterinaria e per il personale di ricerca dell'Ente Zooprofilattico (Piramide della Ricerca), anche ai fini di una continuing education. Ovviamente, le possibilità di utilizzazione sono qui legate alle convenzioni di esposizione dei documenti ufficiali della ricerca. In tal caso gli smart poster possono essere degli strumenti ancillari come ad esempio per l'esposizione di tesi di laurea o la comunicazione dei risultati di progetti applicativi verso gli stakeholders o il vasto pubblico, come nel caso dei eventi basati su Science Slam.

Tesi: Micro RNA serici in femmine di bufalo: potenziali biomarker di gravidanza -  Tesista: Michela Capurro; Relatore: Danilo Zampini; Correlatore: Gabriella Guelfi; Correlatore: Raoul Ciappelloni
Figura 5. Smart poster di presentazione della Tesi di Michela Capurro: Micro RNA serici in femmine di bufalo:
potenziali biomarker di gravidanza. Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie - UniversitÓ degli Studi
di Perugia. Tesi triennale in biotecnologie - anno accademico 2017 / 2018

Figure 5. Smart poster presenting the Thesis of Michela Capurro: Serum micro RNA in buffalo cow: potential
biomarkers of pregnancy. Department of Chemistry, Biology and Biotechnology - University of Perugia.
Thesis in biotechnology - academic year 2017/2018



L'argomento si colloca naturalmente in un playground comune fra esigenze comunicative diverse. Questi strumenti, nel loro piccolo, definiscono uno specifico "ambiente informativo", dislocabile in vari contesti, rendendo disponibili informazioni "just in time" (controllate e liberamente accessibili). L'attività di studio sin qui condotta consente di immaginare un servizio informativo smart poster/smartphone - Web based, in grado di offrire nuove opportunità di accesso a dati e studi prodotti dagli Enti di ricerca.


Conclusioni
Sia detto per inciso che l'attività delle Library sui Giornali Murali Aumentati e Smart Poster per la diffusione dei contenuti derivanti da progetti didattici e di ricerca delinea un micro-settore comunicativo in effetti del tutto particolare per lo strumento adottato. Si tratta di pubblicazioni che realizzano una specie di "rimediazione inversa", dove i media analogici, rimediano quelli digitali (la pagina di un quotidiano stampato rimedia quella di un portale Web).
Uno smart Poster ingloba e trasforma i contenuti di nuovi media, inserendoli in quelli vecchi. Sembrerebbe la vendetta di Johannes Gutenberg.
Non dimentichiamo poi che esistono in prossimità agli smart poster e journal, anche altri strumenti avanzati (chioschi o Totem interattivi touch screen, device per realtà virtuale semi immersiva), integrabili in prodotti editoriali ibridi che diventano sempre più interattivi, magari sfruttando delle strutture ancillari particolarmente "accoglienti" sul piano dell'elettronica ancillare, come le cornici - espositore dei poster.
Tale know-how in corso di acquisizione dalle Biblioteche degli Enti coinvolti e verrà messo a disposizione in forma di partenariato in progetti di comunicazione scientifica basata su pubblicazioni "smart".


Bibliografia

Amner, R. (2003). The writing is on the wall: ways that work: useful solutions. Rhodes Journalism Review, (22), 34-35.

Capurro M. (2017). Tesi: Micro RNA serici in femmine di bufalo: potenziali biomarker di gravidanza. Tesi Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie Università degli Studi di Perugia - tesi triennale in Biotecnologie - anno accademico 2017 / 2018. http://spvet.it/archivio/numero-112/documenti/SmartPoster_TesiMichelaCapurro_2017-2018.html#as

Ciappelloni R. (2015). Giornali Murali "Smart" & Poster "Aumentati". Un contributo per liberare il potenziale informativo degli Enti di ricerca pubblici - Smart wall newspapers & augmented posters. A contribution to unleash the information potential of the public research Institutes. Sanità Pubblica Veterinaria, n. 88, Febbraio. http://www.spvet.it/arretrati/numero-88/documenti/edi88.pdf

Ciappelloni R. (2012). "Come potremmo pubblicare": I giornali murali aumentati - "As we may print": The augmented wall newspapers. Sanità Pubblica Veterinaria, n. 74, Ottobre, http://indice.spvet.it#559 - http://spvet.it/arretrati/numero-74/editoriale-dg.html




OPEN REVIEW - Modulo per la "revisione aperta" di questo articolo, pubblicato sul numero 114/2019 di SPVet.it



Ciappelloni et al., 2019 - Poster e giornali murali reattivi ai device elettronici, per l'editoria scientifica  (SPVet.it 116/2019)
Ciappelloni et al., 2019 - Poster e giornali murali reattivi ai device elettronici, per l'editoria scientifica (SPVet.it 116/2019)



Creative Commons License
Poster e giornali murali reattivi ai device elettronici, per l'editoria scientifica (SPVet.it 116/2019) by Ciappelloni et al., 2019 is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://indice.spvet.it/adv.html.